robe più o meno poetiche di Andrea Fabiani

Categoria Umanità varia

descrizioni in prosa o in versi di individui completamente inverosimili, probabilmente veri

Cesso

Io sono un uomo buono. Un uomo simpatico sono. Un tipo sono io. Un tipo… Sì, insomma, un cesso. Non è che io creda di essere un cesso. Io so di essere un cesso.

Il cliente pensieroso

Oggi al ristorante, quando nel piatto mi era rimasto ormai solo un pezzetto piccolo di filetto Black Angus al sangue, pensavo. Che le fini hanno un sapore diverso, sempre. Questo pensavo. L’ultimo boccone di un piatto buono, pensavo guardando il… Continua a leggere →

Il saggio assonnato

Avrei voluto spiegarvi tutto, ma proprio tutto dirvi il mondo darvi

Lo spazzino

Svolgo un lavoro che, obiettivamente, la maggior parte della gente sottovaluta. Quando non lo dimentica completamente. Eppure, credetemi, senza di me, senza la mia opera, questo balordo mondo su cui tutti camminiamo non potrebbe andare avanti, si accartoccerebbe su se… Continua a leggere →

Il figurante di Natale

Io quando infine arriva il Natale Mi travesto da Babbo Natale Per il Gran Centro Commerciale È una mera questione venale Conseguenza della mia condizione mortale Di maschio non alfa occidentale.

« Articoli precedenti

© 2020 la fabbrica delle nuvole — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑