Ricotta di bufala

“Quando torno ti abbraccio così stretto da toglierti il respiro :-*”. Continuo a rileggere il suo messaggio, non riesco a smettere. Ormai lo faccio almeno cinque o sei volte al giorno.
Di solito comincio la mattina, appena alzato, mentre aspetto che passi il caffè. Accendo il cellulare e lo guardo avviarsi, ammiro lo schermo prendere colore e poi presentare tutte le Continua a leggere

Favola senza fine

C’era una volta una storia che adesso non vi sto a raccontare.
Comunque, facendola semplice, si riduce a un principe che, dopo un incessante cavalcare, dopo aver affrontato il Sentiero di Nebbia, aver sconfitto il drago e la dragonessa, aver superato in astuzia Brishek, lo stregone nano, aver attraversato la Palude delle Paure Nascoste, raggiunse in fine il cuore della Grotta Profonda, Continua a leggere

I miei piedi

Guardo le foto del tuo fidanzato che hai messo su facebook e penso le mani, deve trattarsi delle mani. C’ho fatto caso, c’ha delle belle mani, il tuo fidanzato. Io no. Dev’essere per questo che stai con lui e non con me. Ché se avessi anch’io delle belle mani magari sarebbe tutto diverso, magari già lo avresti lasciato, il tuo fidanzato, e adesso staremmo progettando il nostro futuro. Sono sicuro, sarebbe così.
Solo che io non ce le ho le belle mani purtroppo. Continua a leggere