Un tipo strano

Era uno strano,
faceva m’ama
non m’ama sfogliando
i petali dei trifogli,
iniziava
ogni volta con m’ama.
Diceva:
io sono
l’unico che su un prato
spera sempre
di non trovare mai
un quadrifoglio.

af

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *