Una spietata convenzione

Ti ho baciata
per l’ultima volta
alle due e cinquantanove
del mattino di un sabato
di fine ottobre.
E poi
come se non bastasse
la crudeltà del mondo,
una spietata convezione,
quell’ora
l’ha riportata indietro.
Per farmela vivere
ancora una volta
ma senza di te.

 

af

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.