robe più o meno poetiche di Andrea Fabiani

Tag cuore

Pois

E sul mio cuore che ti ho fatto tenere in mano hai spento sigarette, perché dicevi di provare da sempre un amore sincero per le cose a pois af

Un giorno infinito

Oggi è stato un giorno infinito come tutti i giorni del tuo silenzio come ogni giorno

Sottrazione

Contemplo l’inutilità d’un paio di braccia che non potevano più stringerti e che per questo mi sono tagliato via.

Clessidra

Ora che hai portato via il tuo cuore, il mio non è più che una clessidra a metà, è soltanto un imbuto di vetro.

Rumore

Il vento di maestrale trascina via le nuvole della tempesta; passano velocemente, si sovrappongono e si separano, lasciando intravedere squarci d’azzurro intenso. Cade ancora qualche goccia di pioggia. Cade e si asciuga, non lascia traccia. Passa. Passa quasi ogni cosa,… Continua a leggere →

« Articoli precedenti

© 2020 la fabbrica delle nuvole — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑