robe più o meno poetiche di Andrea Fabiani

Tag piedi

Sottrazione

Contemplo l’inutilità d’un paio di braccia che non potevano più stringerti e che per questo mi sono tagliato via.

Ricordami

Prendi tra le mani i miei piedi, scaldali. Stringimi quando ritorno a casa freddo di pioggia, fradicio

I miei piedi

Guardo le foto del tuo fidanzato che hai messo su facebook e penso le mani, deve trattarsi delle mani. C’ho fatto caso, c’ha delle belle mani, il tuo fidanzato. Io no. Dev’essere per questo che stai con lui e non… Continua a leggere →

© 2020 la fabbrica delle nuvole — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑